CHI SIAMO

image

L’Associazione Fiabesca nasce nel marzo 2013 dall’esperienza e dal lavoro di

Elisabetta Albesano ed Erika Viviano. In seguito alla nostra esperienza con i ragazzi e i bambini, abbiamo deciso di fondare questa associazione per promuovere il teatro sia come forma d’arte sia come strumento di aggregazione. Seguiamo laboratori teatrali con i bambini dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola media e ogni anno rappresentiamo nelle scuole del Piemonte, della Lombardia e della Valle d’Aosta gli spettacoli scritti da noi per bambini e ragazzi. Secondo noi il teatro è una forma d’arte antica e da sempre vive nella comunità, oggi possiamo dire che la collettività è in crisi, in questo senso il teatro può dare un contributo prezioso, può essere un linguaggio che dà voce al gruppo. Pertanto secondo noi fare teatro da la possibilità di esprimersi, dar voce, rappresentare i vissuti, i pensieri, le paure, le speranze e i desideri. Il miglior modo per crescere è farlo divertendosi, quindi che aspettiamo, iniziamo subito…

image
Elisabetta Albesano

Ho frequentato corsi teatrali a Torino e il corso di storytelling con Silvia Iannazzo. Sono laureata in storia dell’arte, presso la facoltà di lettere e filosofia di Torino. Attualmente sto frequentando la scuola di arteterapia ArTeA a Milano.

image
Erika Viviano

Fin da bambina ho frequentato laboratori teatrali. Mi sono formata a Torino seguendo i laboratori della compagnia Marcido Marcidorjs e un anno della scuola Philip Radice, ho frequentato il corso di storytelling con Silvia Iannazzo. Attualmente sto frequentando l’istituto Modai a Torino per l’uso della voce.



LABORATORI

image

Il teatro è una forma d’arte antica e da sempre vive nella comunità, oggi possiamo dire che la collettività è in crisi, in questo senso il teatro può dare un contributo prezioso, può essere un linguaggio che dà voce al gruppo. Fare teatro da la possibilità di esprimersi, dar voce, rappresentare i vissuti, i pensieri, le paure, le speranze e i desideri. Prendiamo la classe come una piccola comunità. L’insegnante cerca di creare un contatto con gli alunni e di proporre loro una crescita positiva e il teatro può essere utilizzato come uno spazio dove il bambino possa vivere i suoi tempi ed esprimere il suo bisogno umano di vivere esperienze concrete, di giocare e di rappresentare il suo personale vissuto. I bambini potranno così raggiungere un atteggiamento attivo verso il mondo, attento alla realtà, guardando oltre l’apparenza e si metteranno in gioco cercando nuove soluzioni attraverso ciò che li circonda. I nostri laboratori si articolano in due parti. Nella prima i bambini verranno gradualmente introdotti nel mondo del teatro. Il punto di partenza è il corpo: imparare a conoscerlo, sentirlo e scoprirne le potenzialità fisiche ed espressive. Altro strumento fondamentale è la voce, per insegnare ad esprimersi attraverso la parola e l’educazione all’ascolto, utilizzando i suoni anche come gioco. Nella seconda parte, il lavoro si concentrerà sulla preparazione di uno spettacolo, che potrebbe realizzarsi anche con una prova aperta. La performance in sé non è l’occasione per mettersi in mostra, ma il momento in cui gli alunni-attori avranno l’opportunità, davanti al pubblico, di sperimentare quanto appreso durante il percorso.


Obiettivi:

- Insegnare l’espressione corporea.

- Educare all’ascolto e alla parola.

- Sviluppare la relazione con gli altri e con il mondo circostante.

- Far acquisire fiducia in sé e nelle proprie capacità.

- Interagire con lo spazio.

- Attivare e stimolare la concentrazione attraverso la musica e il ritmo.

- Far apprendere l’A B C della disciplina in scena e del senso di gruppo.

- Sperimentare l’improvvisazione.


Durata:

I percorsi possono articolarsi in 5 o in 10 incontri, della durata di un’ora ciascuno per ogni classe/gruppo aderente al progetto. Si realizza lo spettacolo solo per i percorsi da 10 incontri.
Contattateci qui per ulteriori informazioni.


Laboratori scuola media:

La scuola è da sempre maestra di vita oltre che di materie teoriche e, in una società in continuo cambiamento, assume anche il ruolo di punto di riferimento per i ragazzi e ha il gravoso, quanto fondamentale ruolo di orientarli nella loro formazione come individui e come parte di una collettività. Il teatro, lungi dall'essere rappresentazione fine a se stessa, può essere un valido aiuto in questo percorso di crescita. Tanto più durante la pre-adolescenza, un periodo di grandi trasformazioni, di lotte interiori e con il mondo esterno. Durante questa fase il ragazzino deve affrontare insicurezze, gestire i cambiamenti che avvengono nel proprio corpo e vivere la propria maturazione sessuale. È un momento di formazione importante, critico e costruttivo per la crescita, durante il quale una disciplina come il teatro può essere utile per imparare a conoscersi e accettarsi; inoltre può trasformare in creatività il conflitto interiore e la grande dose di energia che si possiede. Nei nostri corsi viene posta in primo piano l’osservazione delle proprie emozioni e sensazioni. “Provare a far finta che…” ci permette di entrare e uscire da una dimensione dove è possibile sperimentare sentimenti, sfide e rischi che nel contesto reale non vorremmo vivere. Nel teatro invece ci diverte assumere ruoli diversi da quelli abituali e ci serve per sdrammatizzarli e anche per sentirci più sicuri. È importantissimo per un ragazzino appassionarsi a un’attività che possa dargli una marcia in più. Mettendosi in gioco si ha l’opportunità di mostrarsi agli altri per quello che si è, senza il timore del giudizio altrui, e di scoprire potenzialità e abilità latenti. Tutto questo avviene in un ambiente protetto, dove è appositamente creato uno spazio per l’immaginazione con lo scopo di stimolare la crescita del ragazzo. Si tratta di un punto di partenza per insegnare a essere più equilibrati e stabili nella vita di tutti i giorni. Il lavoro di gruppo permette inoltre di creare collaborazione e confronto che conducono all’aggregazione e all’integrazione. L’attività è coinvolgente proprio perché stimola l’ascolto e l’attenzione verso le dinamiche degli altri, trasmettendo ai ragazzi l’importanza dello stare insieme rispettando i tempi altrui. In particolare il corso è caratterizzato da un lavoro corale, che permette agli allievi di creare 'un gruppo', dove ciascuno è parte di un tutto; ognuno lavora allo stesso livello e con la stessa importanza degli altri, con effetti positivi sulle dinamiche ed equilibri della classe. Inoltre i ragazzi dagli undici ai quattordici anni iniziano a formarsi culturalmente e socialmente e quindi il laboratorio può essere anche uno stimolo per renderli spettatori attivi, sia durante l’attività, sia nella realtà quotidiana, guardando quello che la società e la vita mostra loro con uno sguardo diverso e divenendo capaci di scegliere ciò che è utile per i loro scopi futuri.


I laboratori possono avere durata di 5 o 10 incontri da un’ora ciascuno. Le prime 5 ore sono dedicate all’avvicinamento alla disciplina teatrale; se si decide di acquistare il pacchetto da 10 ore, le restanti 5 ore possono essere dedicate alla realizzazione di una performance, che può tradursi anche con una prova aperta.

image

Organizziamo un laboratorio teatrale rivolto ai bambini dai 5 agli 11 anni nel quale, attraverso il corpo, la voce, ma soprattutto il gioco, i bambini potranno imparare a conoscere se stessi, sperimentare la relazione con lo spazio circostante e con gli altri, attivare e stimolare la concentrazione, la creatività e l’ascolto. Durante il percorso si avvicineranno al teatro attraverso alcune tecniche, quali: improvvisazione, uso del corpo e della voce ed esercizi di riscaldamento e rilassamento. L’attività prevede un incontro settimanale della durata di circa un’ora, inizierà ad ottobre e si concluderà a giugno con uno spettacolo finale.


Quest’anno le nostre sedi sono:


Torino: Scuola R. D’Azeglio, Via Santorre Annibale Di Santarosa 11 Martedì 16.30-17.30 Scuola Trilly, C.so Traiano 68/9 Mercoledì 17-18 Da Novembre: Scuola G. Capponi, via Confalonieri 47, Torino Giovedì 16.30-17.30


Collegno: Scuola Boselli, via Martiri XXX Aprile, 23 Mercoledì 17-18 oppure Venerdì 17-18

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In maximus ligula semper metus pellentesque mattis. Maecenas volutpat, diam enim sagittis quam, id porta quam. Sed id dolor consectetur fermentum nibh volutpat, accumsan purus.

Spettacoli




I nostri spettacoli teatrali sono ideati e scritti pensando ai bambini. Il nostro intento è far divertire il nostro pubblico e allo stesso tempo fornire un messaggio educativo. Proponiamo spettacoli sia tematici, legati alle festività di Natale e Carnevale, sia che rimandano alle fiabe più conosciute.


CAPPUCCETTO ROSSO:

Una divertente rivisitazione della famosa storia dei fratelli Grimm. Cappuccetto è una bimba intraprendente che dovrà affrontare alcune avventure, durante le quali il desiderio di diventare grande prima del tempo la porterà a capire l'importanza degli insegnamenti della mamma.


LA BELLA ADDORMENTATA:

Il desiderio di trovare l'amore di una principessa un po' svampita la porterà a incontrare alcuni simpatici amici e a superare divertenti prove, che saranno per lei l'occasione di crescere e aprire gli occhi al mondo.


IL PICCOLO PRINCIPE:

La famosa storia di Sant-Exupéry è il punto di partenza per raccontare una storia di amicizia e anche un modo per diventare grandi senza dimenticarsi cosa significa essere bambini. PELUCHES (per la materna): Due giovani ragazze si trovano casualmente in una stanza piena di pupazzi, sarà l’occasione di riscoprire le bambine che vivono ancora in loro e per capire che non si è mai troppo grandi per smettere di giocare.


NUOVO MONDO (per la primaria):

Due bambine super tecnologiche, abituate a vivere in un mondo fatto di luci artificiali e a giocare solo davanti ad uno schermo, impareranno a trovare una nuova dimensione tra tecnologia e realtà.


IL MISTERO DELLE RENNE SCOMPARSE:

Babbo Natale è pronto a partire per consegnare i regali, ma qualcuno ha deciso di fagli uno scherzetto e gli ha rubato le renne. Per poterle riabbracciare dovrà superare alcune divertenti prove e scoprirà qual è il regalo più bello che si può ricevere: l'affetto degli amici.


NATALINA:

L’esuberante nipotina di Babbo Natale ha deciso che quest’anno è arrivato il momento per mandare in pensione il suo nonnino e iniziare a consegnare lei i regali al suo posto. Aiutata da due elfi un po’ pasticcioni imparerà una lezione importante.


IL VESTITO DI PULCINELLA:

Pulcinella, il solito pasticcione, finisce per mettersi nei guai proprio il giorno in cui ha l'opportunità di conquistare la sua amata Colombina. Fortunatamente al suo fianco ha un amico fidato che saprà aiutarlo ad affrontare un sacco di divertenti avventure.


PULCINELLA vs SPIDERMAN:

A pochi giorni dall’inizio del carnevale Pulcinella trova il suo amico Arlecchino triste, poiché i bambini non li scelgono più come travestimento per il Carnevale. Decidono allora di sfidare le nuove maschere, ma finiranno con imparare qualcosa di nuovo. Info logistiche: Per la rappresentazione non è indispensabile uno spazio eccessivamente grande, è sufficiente una sala o una palestra che possa accogliere tutti i bambini.

Contattateci qui per ulteriori informazioni.

image

Contatti

Tel.
Elisabetta 3471756317


Erika 3497101671
Indirizzo
VIA VENARIA, N. 60/7bis - 10148 TORINO (TO)